HomeAttivitàLogisticaOspedale Mobile Dott. URS BURKI

Ospedale Mobile Dott. URS BURKI

PROGETTO CLINICHE MOBILI- Commisionato da Rainbow-4-Africa

09/10/2020


L’ospedale porterà a migliaia di persone che vivono in Africa, nei paesi più poveri della terra, la possibilità di ricevere cure mediche e chirurgiche, contribuendo a migliorare le loro condizioni di vita e le loro prospettive per il futuro.

Questo importante progetto è stato finanziato dalla Signora Rosmarie Weibel-Burki, vedova del medico svizzero Urs Burki a cui l’ospedale è intitolato.



Quando l'unione è una forza

Collaborando per gli aspetti logistici con l’associazione torinese di medici e infermieri Rainbow-for-Africa, abbiamo ideato e realizzato un ospedale trasportabile. È un gioiello di praticità, inventiva, capacità artigianale, soluzioni all’avanguardia. Si compone di una sala operatoria, una sala di degenza per i pazienti più gravi, una zona per la preparazione sterile di medici e infermieri, una farmacia e un ambiente dove i volontari di R4A possono dormire e prepararsi i pasti. È anche completamente autonomo dal punto di vista energetico: l’elettricità necessaria per far funzionare macchinari, pompe, illuminazione e condizionatori è assicurata da pannelli solari.

Il progetto è nato per destinarlo al Lago Ciad, ma abiamo dovuto cambiare la destinazione per i vari problemi di terrorismo, pertanto verrà installato nei pressi del confine con Togo e Benin, dove si sono rifugiati molti di coloro che hanno dovuto abbandonare i loro villaggi saccheggiati e devastati dai terroristi dell’Isis.

La consegna in territorio di destinazione.

Inizialmente l'ospedale era destinato alla zona del Lago Ciad, ora però è troppo insicura. Per questo motivo e d'accordo con la Signora Rosmarie abbiamo deciso di posizionarlo al sud del Burkina Faso, nei pressi del confine con Togo e Benin, dove si sono rifugiati molti di coloro che hanno dovuto abbandonare i loro villaggi saccheggiati e devastati dai terroristi dell’Isis.

Finalmente dopo tanto tempo abbiamo iniziato il trasporto via mare. Le spedizioni sulle navi vengono programmate con cura in massima sicurezza. Dall'Italia il primo modulo dell'ospedale è partito da Genova alla fine di Luglio del 2020 ed è arrivato al porto più sicuro a Lomè in Togo.

La squadra di Missionland-Burkina Faso, con Ousseni, Sito ed altri, si è adoperata per essere al porto al momento dell'arrivo della nave, e con massima professionalità, ha trasportato il modulo in un camion insieme ad un'ambulanza in un luogo sicuro a Ouagadougou.     

COSA PUOI FARE TU

Puoi sostenerci in tanti modi, ognuno dei quali è molto importante per noi e per le persone che incontriamo ogni giorno nei nostri viaggi.



DEVOLVI IL TUO 5x1000: C. f. 91043880243

sostienici